• claudia annechini

Call for MElovers


Un autrice (Sachatello-Sawyer, 2002) ha dato un nome ad ognuno di voi, frequentatori di mostre e musei. Prima ha analizzato un'ampia gamma di programmi educativi e di intrattenimento offerti da istituzioni museali, poi ha classificato i loro partecipanti in base alla motivazione che li portava li. Il risultato? Una nomenclatura che, mal tradotta, suona più o meno cosi: "i cercatori di conoscenza", coloro che vogliono imparare cose nuove, sempre a caccia di contenuti intellettualmente stimolanti, "i socializzatori" coloro che amano le occasioni originali di svago con familiari o amici, i "costruttori di abilità", professionisti o hobbisti che desiderano migliorare competenze specifiche o acquisirne di nuove, "gli amanti del museo", coloro che abbracciano tutto ciò che il museo offre perché credono ciecamente in ciò che esso rappresentata.


Museum lovers, voi siete preziosissimi. Ci insegnate che l'amore, anche tra le mura di un museo, si manifesta in molti modi: non solo nella frequentazione, ma anche nel volontariato, nel mecenatismo, nel proselitismo. Oggi poi, ci appassionate ancora di più, perché potete facilmente esprimervi in un post, in un blog, in una clip. E i primi a giovarne non siamo noi, ma proprio le mostre e i musei.

Amanti dei musei, questa Call for MElovers é per voi!

Difficile classificarvi. Che voi siate "influencer dallo scatto facile", "narratori di opere d'arte", "scrocconi ai vernissage", "curatori digitali", "stagisti millennials" la serie di interviste #MElovers aspetta di sapere che cosa vi spinge ad essere voi!

  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon